Sportello Orientamento gratuito Numero verde 333 79 41 245
percorsi-da-60-cfu-docenti-decreto

Percorsi Abilitanti 30, 36, 60 CFU per docenti: pubblicato il decreto per l'attivazione

Consulta gratuitamente AteneiOnline

Contattaci per ricevere informazioni su Atenei e Corsi di Laurea

Pubblicato il decreto sui percorsi abilitanti da 60, 36, 30 CFU

Il 23 aprile 2024, il Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) ha pubblicato il decreto n. 620 che stabilisce le nuove linee guida per i percorsi universitari e accademici di formazione iniziale e di abilitazione dei docenti per l’anno accademico 2023/2024.

Il decreto interessa i docenti di posto comune e gli insegnanti tecnico-pratici delle scuole secondarie di primo e secondo grado e definisce anche l’autorizzazione dei posti per i percorsi accreditati presso ciascuna istituzione universitaria o accademica capofila.

Il documento, firmato dalla Ministra Bernini, prevede un totale di 51.753 posti disponibili per i nuovi ingressi nei vari percorsi di formazione. Questo numero è stato determinato in base alle esigenze del Ministero dell’Istruzione e del Merito, che ha valutato le necessità regionali e per classe di concorso rispetto all’offerta formativa presentata dalle istituzioni.

Inoltre, è stata riservata una quota del 45% di questi posti a chi ha una determinata anzianità di servizio nell’insegnamento, con un 5% specificamente destinato ai titolari di contratti di docenza nei percorsi di istruzione e formazione professionale delle regioni.

Il decreto stabilisce che, in caso di Centri formati da più Università o Istituzioni AFAM, i posti siano assegnati esclusivamente all’istituzione capofila del Centro, la quale sarà responsabile della ripartizione tra tutte le istituzioni aggregate.

Per il 2023-24, è inoltre permessa la frequenza contemporanea dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale con l’ottavo ciclo dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico, compatibilmente con la calendarizzazione delle attività formative.

Il decreto elenca i diversi percorsi di formazione iniziale disponibili, che variano nei crediti formativi richiesti e nella struttura del percorso, come segue:

  1. Percorso universitario o accademico abilitante di 60 CFU/CFA
  2. Percorso universitario o accademico abilitante di 30 CFU/CFA per due differenti articolazioni legislative
  3. Percorso universitario o accademico di formazione iniziale di 30 CFU/CFA
  4. Percorso universitario o accademico abilitante di 36 CFU/CFA

Le modalità di ammissione richiedono che ogni candidato presenti domanda di partecipazione per percorsi relativi alla medesima classe di concorso in una sola istituzione.

I percorsi di formazione iniziale possono essere svolti anche in modalità telematiche, purché sincrone, fino al 50% delle attività previste. Inoltre, il decreto specifica che il riconoscimento dei crediti maturati nel corso degli studi avviene in conformità alle disposizioni del DPCM del 4 agosto 2023.

Per l’accesso alla prova finale, necessaria per completare il percorso di formazione, è richiesta una presenza minima del 70% alle attività formative. Anche il tirocinio è regolamentato in modo specifico, richiedendo 12 ore di impegno in presenza per ogni CFU o CFA acquisito, con l’assistenza di personale docente qualificato.

Questo decreto rappresenta un passo significativo nel rafforzamento dell’infrastruttura formativa per gli insegnanti in Italia, mirando a elevare la qualità dell’insegnamento e a soddisfare le esigenze attuali e future del sistema educativo nazionale.

Leggi anche:

 

Aumenta il tuo punteggio in graduatoria con Ateneionline:

  • Corsi riconosciuti dal MIUR
  • Valutazione del piano di studi
  • Agevolazioni esclusive
  • Iscrizione facilitata
  • Nessun costo aggiuntivo
Consulta i nostri esperti

Contattaci per ricevere gratuitamente informazioni su Corsi e Master per Docenti

Richiedi informazioni